Consigli per organizzare un viaggio a Beirut in Libano

Il Libano è un territorio affascinante da esplorare, soprattutto per chi come me ama addentrarsi in culture molto distanti dalla nostra. Conosciuto anche come la “Terra dei Cedri”, purtroppo non è quasi mai presente nelle top ten dei luoghi da visitare dei turisti italiani, e questo è un vero peccato. Il Libano è un paese davvero ricco di culture e di credi religiosi, ha un litorale da favola e una ricchezza architettonica tale da affascinare molti visitatori. Anche la capitale Beirut merita di essere visitata, sebbene ancora oggi esistano delle zone da evitare, poiché è una città che vanta la presenza di tantissimi luoghi evocativi e affascinanti, e soprattutto dove la cultura orientale e occidentale trovano un armonioso punto d’incontro. Se state pianificando un viaggio nella capitale libanese, i consigli che potrete leggere in questo articolo vi faranno molto comodo.

Beirut: come arrivare e altre informazioni utili

Prima di spiegarvi come arrivare a Beirut va fatta una precisazione: non servono visti o permessi per visitarla, ma se nel vostro passaporto sarà presente il timbro dello Stato di Israele potreste avere dei problemi ad entrare. Detto questo, come raggiungere questa splendida città libanese? Naturalmente prendendo l’aereo, visto che Beirut è regolarmente dotata di un suo aeroporto. Quali sono le zone da evitare? I quartieri più a sud sono di solito sconsigliati, ma il resto della città è molto sicura per via del controllo militare. Poi, è bene parlare un po’ anche della moneta locale, la lira libanese: all’attuale tasso di cambio, 1.600 lire corrispondono a un euro. Per partire preparati è bene cambiarli in Italia, prenotandoli presso la propria banca, di solito così facendo si pagheranno spese extra inferiori rispetto agli sportelli di cambio valuta.

Cosa portare in valigia per una vacanza a Beirut?

Il clima di Beirut è prettamente mediterraneo: come da noi, le piogge sono abbondanti in inverno, mentre la primavera appare piacevole e soleggiata e l’estate calda. Questo significa che, in termini di abbigliamento, sarà sempre il caso di orientarvi di conseguenza. È arrivato il momento di preparare la valigia e la prima domanda da porsi è meglio il trolley o lo zaino per un viaggio in Libano? Sicuramente con il secondo è più facile muoversi, la soluzione ideale sarebbe optare per uno zaino-trolley. In quanto al contenuto del bagaglio, invece, fra le cose da non dimenticare mai ci sono dei pantaloni lunghi (i jeans andranno benissimo) e delle giacche, cardigan e qualunque altro indumento con maniche, imprescindibili per visitare le zone di culto. In quanto al beauty case oltre ai classici prodotti per la cura della persona vi consiglio di non dimenticare la protezione contro i raggi UV poiché il sole è molto potente in quelle zone. Se avete la pelle molto sensibile è bene scegliere dei solari per le pelli intolleranti come questi, che daranno una protezione dal sole e preverranno eventuali pruriti.

Cosa vedere a Beirut?

Beirut è una metropoli davvero cosmopolita che offre tanti spunti, soprattutto ai turisti più curiosi: cosa visitare, dunque, in questa città libanese così varia e attraente? In primo luogo fate una visita ai quartieri cristiani di Achrafieh e Gemmayze, davvero ricchi di storia; un’altra zona da visitare è Hamra, la nota via dell’omonimo quartiere, spesso paragonata agli Champs Élysées di Parigi. Poi non potreste mai lasciarvi scappare il DownTown, altra zona centrale rinominata la Parigi dell’Est: è la zona turistica per eccellenza, che ospita il centro storico e attrazioni come il Place d’Etoile, famoso per via della torre che svetta sulla piazza principale. Poi, il consiglio è di visitare il Palazzo del Gran Serraglio e i noti Bagni Romani di Beirut. Infine, non dovreste perdervi la Casa degli Artisti a Gouraud Street, il palazzo ottomano di Beit Beirut e Zuzoyan Bay.

 

Related posts

Leave a Comment

5 × quattro =

Fai l\'operazione indicata *