New York Times contro Olio Extravergine di Oliva

New York Times contro l’Olio Extravergine di Oliva olio

Questa sì che è un’altra bella nota dolente che si affaccia al panorama del nostro Made in Italy…

20131124_104603

Un attacco impreciso che contiene, però, delle verità.

Vero che ci sono adulterazioni e sofisticazioni… ed anche importazione di olio dalla Spagna, dalla Grecia e dal Marocco.1385286665655

Vero che la legge lascia qualche buco nelle maglie  di tutto il percorso.

Vero anche che  una legge  “salva olio” è rimasta  irrimediabilmente nel dimenticatoio.

20131124_104535

Vero anche che il nostro sistema di etichettatura prevede diciture che non lasciano dubbi ne’ creano equivoci.

C’è differenza se sull’etichetta troviamo scritto made in Italy o Packed in Italy.

Falso che l’olio EVO non deve costare meno 4/5 euro

Vero  che il prezzo dell’olio  extravergine di olive italiano non può essere al di sotto delle 8/9 euro.20131107_093344

Io vivo in Umbria, dove si produce un olio buono, non posso garantire per la grande distribuzione legata a sistemi che prevedono collusioni.

Nel periodo di “Frantoi Aperti in Umbria 2013”, sono stata ospite di un frantoio a gestione familiare: l’Azienda Agricola “Casa Rocco”a Gualdo Cattaneo.

La famiglia si è messa in moto molto presto per partecipare attivamente a tutte le operazione della giornata.20131124_101109

Il percorso delle olive era  completamente verificabile dagli ospiti.

Calda l’accoglienza,  ricco  il buffet di piatti tipici e salubri,

nessuno si è fatto  mancare una profumata bruschetta.20131026_223141 Domenica 24 Novembre: “Sapere di pane, Sapore di olio”,

contrassegnata da un sole meraviglioso,

ha visto tutti lavorare fino a tardi,

una bellissima generazione che a sera inoltrata dopo tanto lavoro riesce ancora a regalare un sorriso.

20131124_174523

Bravo Francesco.

Il panorama dell’olio extravergine d’oliva è piuttosto ampio e variegato ma c’è ancora tanto buono.

C’è chi crede nel proprio impegno e nelle cose fatte con il cuore.

A favore di chi lavora bene, il consumatore deve essere informato, a tutela del duro lavoro di chi si occupa di uno dei prodotti più sani, più buoni ed indispensabili del nostro panorama gastronomico.

L’olio extravergine d’oliva.

20131124_101558

Aggiungo fiera: guai a chi ce lo tocca!

Remove before flight!

 

Related posts

24 thoughts on “New York Times contro Olio Extravergine di Oliva”

  1. Mamma Mia che colore quell’#olio. Fa voglia!

Leave a Comment

tre × uno =

Fai l\'operazione indicata *