Consigli di viaggio: cosa vedere e fare a Rab, un’isola dal fascino antico

Sono rimasta talmente affascinata, ammaliata, incantata dall’Isola di Rab che un pezzo del mio cuore è rimasto là, tra la semplicità della sua gente e i quattro campanili in fila della città vecchia.

rab campanili grande

Prima di partire, pensavo che Rab fosse soltanto un’ottima meta croata per una vacanza con i bambini.

marco rab

Non è così. Rab è molto, molto di più. Rab è un’Isola che solo la costa croata può avere: aridissima la parte che guarda la terraferma (la bora quando soffia, soffia forte!), verdeggiante l’interno e basse le coste che guardano, da lontano, l’Italia.

Che meraviglia! Come tutte le isole, anche Rab ha tutto al suo interno: storia, cultura, natura, gastronomia.

Esplorarla e conoscere la sua gente è stata un’esperienza notevole. Prova ne sia che ci siamo fermati un giorno in più di quanto previsto, rinunciando al “giorno cuscinetto” che di solito mettiamo tra le ferie e il rientro al lavoro.

Ci siamo innamorati a prima vista della spiaggia a due passi dalla Pensione Captain’s Club dove alloggiavamo.

Croazia – Dove alloggiare a Rab: il Captain’s Club

marco e enrico octopussy

Come piace a noi: sassi per terra, pini a fare ombra, mare limpido della Croazia e alle spalle una “baracchina”o, per dirla come i vip, un locale multifunzione, l’Octopussy, attivo dalle 10 alle 24 e oltre, dove mangiare un’ottima pizza o una bella grigliata (per il bimbo, eh!) oppure prendere un gelato o una radler a tutte le ore (per la mamma, che è tornata a casa con parecchi chili di troppo!).

octopussy-marko

L’Octopussy… che ricordi…

silvia e marco octopussy

Ci ha fatto anche girare poco alla ricerca di altre spiagge dell’isola, perchè a noi piaceva quella…

rab spiaggia… Ma siamo tornati anche l’anno dopo e allora, complice qualche mattinata piovosa, ce le siamo girate tutte e ne abbiamo trovate di magnifiche!

Croazia: le più belle spiagge dell’Isola di Rab

Una volta abbiamo arrischiato anche la gita in bici. Mammamia quanti saliscendi, però il cambio di prospettiva è notevole…

rab bici

 

Ed un altro cambio di prospettiva da fare assolutamente a Rab è il passaggio in motoscafo per raggiungere la città vecchia: dal nostro alloggio, il Captain’s Club, nella zona di Banjol, per raggiungere la città vecchia si impiegava un’ora abbondante a piedi col passeggino da spingere. Per questo, a volte, ci avvantaggiavamo di un pò di percorso prendendo uno dei tanti motoscafo-taxi che fanno la spola tra la città vecchia, l’Hotel Padova ed il Campeggio Padova 3. I prezzi dei taxi-bus collettivi sono assolutamente modici: in 2 adulti + 1 bimbo passegginato spendevamo l’equivalente di 5 euro per il passaggio città vecchia – Padova 3, che ci faceva risparmiare 2/3 di cammino. Ed i nostri occhi godevano di un panorama da urlo!

rab taxi

E poi la città vecchia… fascinosa, fascinosa, fascinosissima. Lascio parlare le immagini…

rab campanile rab capperi rab porto

E tra poco torno a darvi un pò di info su dove dormire e mangiare a Rab. Nel frattempo, se vi ho un pò convinti ad andare in vacanza a Rab, date una lettura qui e… buona Croazia, buona Rab!

Croazia con bambini piccoli: dove e perchè l’Isola di Rab

Related posts

24 thoughts on “Consigli di viaggio: cosa vedere e fare a Rab, un’isola dal fascino antico”

  1. […] città vecchia di Rab è me-ra-vi-glio-sa (e ne ho scritto qui) e merita di essere vista ed assaporata quante più volte […]

  2. […] prima vacanza a Rab, un motivo ci deve essere. La nostra nostalgia si leggeva tra le righe di questo post, scritto quando ancora non avevamo deciso di […]

Leave a Comment

venti + 11 =

Fai l\'operazione indicata *