7 giorni a Stoccolma: il programma di #trippandoastoccolma

Ci siamo. Sabato si (ri)parte. Quest’estate ci ha (ri)portati in Croazia, per la mia immensa gioia. E adesso facciamo contento il DottIng (non che io mi strappi i capelli!): si va a Stoccolma.

Sette giorni a Stoccolma. Qualcuno potrà pensare che siano troppi. Ma tre giorni a Copenaghen con bambino al seguito ci sono sembrati troppo pochi.

E a Stoccolma i bambini saranno due… Ma che cosa state pensando? Nessun trip-fratello in arrivo per Toparco, ma… c’è Topego! Eh, sì, per la prima volta io ed Enrico condividiamo un viaggio con qualcuno: a Stoccolma con noi ci saranno anche i miei cognati, Sara e Michele, freschi di nozze, e il mio nipotino Diego, Topego per gli amici.

IMG_6765

Dati i tempi del mì marito (la mattina per buttarlo giù dal letto ci vogliono gli spintoni e le minacce che il buffet della colazione chiuda!), penso che solo la sù sorella e quel sant’omo di Michele possano tollerarlo col sorriso. O, almeno, lo spero!

Ma veniamo ai discorsi seri, ovvero al nostro programma. Dato che arriveremo all’aeroporto di Skavsta da Pisa alle 23.30 di sabato, per la prima notte abbiamo prenotato all’Hotel Connect Skavsta, giusto a 70 metri di distanza dall’aeroporto. Prenotando un mese fa (con pagamento anticipato) abbiamo goduto di una tariffa scontata del 10%: non male!

La mattina seguente ci sposteremo in centro a Stoccolma, dove, grazie all’aiuto di Visit Sweden, abbiamo prenotato all’Hotel Scandic Malmen, nel quartiere modaiolo di SoFo, sull’Isola di Sodermalm. Ci piace, ci piace, ci piace!

Dato che l’allegra comitiva, in pieno spirito “Mammaciporti” si è affidata alla Signora Trippando per l’organizzazione, visiteremo Stoccolma come piace a me, ovvero quartiere per quartiere. Gireremo per la città vecchia, Gamla Stan, e Sodermalm con una guida della città, Eva Palmqvist ed esploreremo invece la zona di Ostermalm ed il museo di Skansen, sull’isola di Djurgaden, con un’altra guida autorizzata di Stoccolma, Simona de Ciutiis.

Kastellholmen_bildspel675

L’isola di Djurgaden sarà, presumo, la nostra meta preferita, dato che ci ritorneremo per visitare di Museo Vasa e per far felici i bambinacci al parco Junibacken, dedicato alle favole e, in particolare, a quelle di Astrid Lindgren, “madre” di Pippi Calzelunghe, e al parco giochi Grona Lund.

Di certo non mancheremo di esplorare quella che viene chiamata la “city”, ovvero il quartiere di Norrmalm, ma, non lo nego, spero avanzi tempo per poter estendere la nostra visita anche alla periferia.

E poi?

E poi c’è la città vista dall’acqua: Stoccolma è una città d’acqua, è composta da molte isole… quale mezzo migliore per farsi un’dea della sua geografia che non un giro in battello? Noi ci faremo il giro “sotto i ponti di Stoccolma“, probabilmente il primo giorno, appena mettiamo piede in centro.

skargarden675

Ma non è tutto: sette giorni sono tanti: visiteremo anche Artipelag (un luogo d’arte nell’Arcipelago), che mi affascina da matti ed è una galleria d’arte atipica, in mezzo alla natura e assolutamente kids friendly, e faremo due escursioni in battello: una nell’arcipelago di Stoccolma, probabilmente a Fjederholmarna e una nel lago Maelaren.

Non voglio svelarvi troppo. Seguite su twitter ed instagram l’hastag #trippandoastoccolma.

Ringrazio di cuore gli staff di VisitSweden e di VisitStockholm, che mi hanno aiutato nella pianificazione di questo bel viaggio e che ci metteranno a disposizione la Stockholm Card e la Stockholm Key of Honour Card, che ci permetterà di entrare gratuitamente nei musei.

Come sempre, i miei piedi saranno comodi ed eleganti con le scarpe De Robert (a proposito, aspettatevi un pò di instagrammate con scarpe, ho da farvi vedere la nuova collezione!). Dato che, mio malgrado, voleremo con Ryanair, stavolta partiremo muniti di bagagli da cabina di misure perfette firmati Fabbrica Pelletterie Milano (belli son belli, se sono anche comodi come pare, vi racconto!).

Ci porteremo dietro anche la stampante da viaggio che ci ha regalato LG. Chissà se troveremo il tempo di stampare qualche foto live!

Le foto “svedesi” di questo post sono tratte dal sito VisitStockholm.

Dimenticavo: se avete consigli, siamo tutt’orecchi!

 

Related posts

23 thoughts on “7 giorni a Stoccolma: il programma di #trippandoastoccolma”

  1. M. Rosaria

    Nessun consiglio…. Io ci sono stata 7 giorni e ne sono rimasta incantata, per l’elevato grado di civiltà del popolo svedese, per la codialità…..
    funziona tutto troppo bene!!!
    Divertitevi!!!!

  2. Nessun consiglio. Ho girato mezzo mondo ma la Svezia mi manca… Facciamo che questa volta viaggerò seguendo i vostri racconti. Fate buon viaggio! 🙂

    PS. Quelle scarpe sono una meraviglia! Ho sfogliato il loro catalogo e sono bellissime.

  3. […] (e poi su facebook, instagram e twitter), già saprete che alla fine d’agosto sono stata una settimana a Stoccolma. Un viaggio di famiglia. Anzi, di famiglia allargata, dato che oltre al consorte e a Toparco […]

  4. […] mete dei nostri viaggi ultimamente ha la fissa del nord Europa. La scorsa estate abbiamo trascorso una settimana a Stoccolma. Quella prima, cinque giorni a Copenaghen. Per questo è capitato varie volte che amici o lettori […]

  5. […] la nostra settimana a Stoccolma, ho scelto di fare il primo giorno la gita in battello “Sotto i ponti di Stoccolma“. Si […]

Leave a Comment

10 + tre =

Fai l\'operazione indicata *