Berlino: gli angoli romantici

Berlino è una magnifica città dai mille volti. La capitale tedesca è ormai la fucina dei nuovi trend. Ma la cosa più interessante è che possiede tante anime: c’è la Berlino storica, quella monumentale, quella moderna, quella alternativa e quella creativa. Non avendo un’unica fisionomia alla fine del viaggio ti rimangono in mente tanti pezzi diversi della stessa città.

Dopo aver visto le avveniristiche opere architettoniche moderne della città si sente il bisogno di scaldarsi con qualcosa dal sapore antico, di rifugiarsi in qualche angolo romantico della città.

Se si è stanchi di tanta monumentalità e modernità, ci si può immergere nell’atmosfera raccolta di Scheunenviertel, un quartiere bohemien ricco di fascino. Scheunenviertel, che corrisponde al vecchio quartiere ebraico, nasconde al suo interno molti cortili i più famosi dei quali sono gli Hackesche Hofe, angoli sospesi nel tempo; ma non vi aspettate di  trovare quiete gli Hackesche Hofe: oltre ad essere una zona ad alta vocazione turistica sono una delle zone più animate della città.

Gli Hackesche Hofe sono un posticino intimo dove rilassarsi ma anche fare shopping, volendo. Vi si può accedere attraverso due vie, Rosenthaler Strasse che è l’ingresso principale e Sophienstrasse. Si tratta di un complesso di otto cortili finemente restaurati. Il colpo d’occhio entrando è impressionante perchè non ce lo si aspetta. Meravigliose piastrelle blu in stile jugendstil adornano le mura del Hof I e se si abbassa lo sguardo più giù ci si può far tentare da un gelato, un caffè, un ristorante e persino un cinema. Girando per i cortili si puossono trovare tante boutique e negozi di souvenir. Un nome per tutti è Ampelmann Shop, il famoso negozio che vende magliette, felpe, articoli da cartoleria con impresso il famoso omino del semaforo dell’est.

Dal Hof VII si accede ai romantici Rosenhofe che come dice il nome stesso racchiudono al loro interno un bellissimo roseto interrato, una meraviglia per gli occhi. Da notare le balaustre finemente lavorate nei toni di un tenue verde acqua. Un negozio da segnalare è Serendipity dove troverete shopping bag come ricordo di Berlino e altri stupendi accessori da cancelleria. Ecco questo è un posto dove perdersi, si può rimanere a guardarlo ore ed ore, non ci si stanca mai.

Se gli Hackesche Hofe vi sono piaciuti allora potete fare un giro anche negli altri due cortili nascosti nel cuore della città. Vi dico subito che gli altri cortili sono più tranquilli con meno turisti in giro, quindi ve li potrete godere interamente. Ed essendo ben nascosti sarà un piacere scovarli. Dopo pochi passi vi ritroverete ad ammirare Sophie-Gips-Hofe, un passaggio porticato di 3 cortili ottocenteschi che collegano Sophienstrasse con Gips-Strasse. All’interno troverete negozi, uffici, il locale Barcomi dove fare una sosta golosa con un bel caffè all’americana e una cheesecake.

Ancora più belli sono gli Heckmann Hofe, il complesso di cortili che collegano Oranienburger Strasse con Auguststrasse. Gli Heckmann Hofe sono un’oasi di tranquillità in mezzo al traffico cittadino. Si può  vedere il laboratorio artigianale di caramelle di Bonbonmacherei e dare una sbirciata a Sterling Gold, il negozio di abiti da ballo retrò.

Un’altro gioiello da non perdere è Nikolaiviertel. Sì in realtà è una città medievale ricostruita, non c’è niente di autentico a parte la bellissima chiesa NikolaiKirche e qualche altro edificio. Però vi assicuro che è romantico passeggiare per le viuzze acciottolate, sembra di tornare indietro nel tempo.

Sono tanti gli scorci incredibili che si possono ammirare senza contare poi i deliziosi negozietti e i tanti ristoranti dove rifocillarsi. Dopo aver assaporato l’atmosfera di questi posti incantevoli non ve ne vorrete più andare.

Related posts

19 thoughts on “Berlino: gli angoli romantici”

  1. Complimenti, bellissime fotografie, veramente dev’essere molto piacevole vederlo di persona.

    1. gabrycla

      Grazie mille Debora, sei gentilissima!

  2. ho viaggiato molto, berlino mi manca.sembra essere davvero molto bella come città!!!!!!

    1. gabrycla

      Deborah allora devi assolutamente vederla, Berlino è bellissima ma è anche immensa, io ci sono stata 7 giorni e non sono mica riuscita a vedere tutto!

  3. Oh sì, Berlino… la città dove mi trasferirei immediatamente…. e grazie per avermi fatto vedere sotto una luce diversa gli Hackesche Hofe, che di primo impatto non mi erano piaciuti particolarmente (forse perchè pioveva, era notte, insomma… mancava il fascino che sei riuscita a trasmettere con le tue foto!)

    1. gabrycla

      Grazie Claudia! Beh direi che non si sta male a Berlino;-) se non si soffre il freddo sicuramente è la città ideale; pensa un pò, a me gli hackeshe Hofe e dintorni sono una delle cose che mi sono piaciute di più a primo acchito, è un pò il quartier generale dei giovani e degli artisti.

  4. Mi unisco al coro dei complimenti: mi hai davvero fatto venir voglia di tornare dopo vent’anni in questa splendida capitale e scoprire tutti i suoi angoli, partendo da quelli romantici. Grazie Gabry per averci fatto viaggiare con te!

    1. gabrycla

      Grazie a te Silvia!! Allora partiamo? Anch’io dovrei ritornarci, mi manca la parte ovest, tutta charlottenburg e visto che siamo lì una visitina a Potsdam ci starebbe a pennello!!

      1. dai, dai…organizziamo allora!!

  5. Vengo anch’io che mi manca!!! :-)))

  6. Berlino è una capitale.
    Berlino è una grande città.
    Berlino ha tutte le prerogative di quei due oggetti lì,
    E tutto il resto…
    Mi fa impazzire il passaggio di Gabry dove dice “Sì in realtà è una città medievale ricostruita, non c’è niente di autentico a parte la bellissima chiesa NikolaiKirche e qualche altro edificio.”
    Noi ce li abbiamo originali, posti così.
    Ma andiamo a cercarli a Berlino.
    Che è una capitale . Ed una grande città.
    Con tante tantissime belle cose.
    Ma anche no.
    …e comunque anch’io ci sono stato.
    2 volte. 1991, dopo la caduta del muro. E 2003, da mio fratello, in Smart con un amico.
    Bella, niente da dire.
    Ma la Germania è molto meglio…
    Pace e bene…

  7. gabrycla

    E’ vero Ernesto noi in italia abbiamo posti bellissimi, il nostro stivale ha un patrimonio storico e culturale che non ha eguali in Europa però molte volte non sappiamo valorizzare le cose che abbiamo. Su una vecchia puntata di report facevano vedere come la Francia ha saputo valorizzare i castelli della Loira creando un’attrazione turistica e il Veneto che nel suo territorio conserva le bellissime Ville venete non è stato in grado di valorizzarle, tant’è che alcune sono aperte solo una volta a settimana investendo invece su orribili capannoni, ma vabè…, diciamo che si potrebbe fare di più per l’arte. Berlino sicuramente non è la più bella città della Germania, però ha altre cose. D’altronde molti dicono che sia la città meno tedesca. Poi sicuramente come ogni città ha anche i suoi lati negativi, possiamo anche scriverne una pagina intera. Sicuramente è una città difficile da capire però a me è piaciuta tanto.

    1. Ogni luogo che abbellisce la nostra vita e la attornia di pregevoli esempi di capacità del genere umano, della sua storia e del suo ingegno, a suo modo, è piacevole.
      Io non discuto Berlino, anzi: nel mio girovagare penso che dopo Roma e Lisbona sia decisamente più interessante di altre città megalopoli capitale, più di Parigi (Noooooo, sento già un coro vociferare…), ancor più di Londra (Shit!!!, altre voci…) e di Madrid (Andaleee!!! ecco le altre…).
      Ma resto dell’avviso che, proprio come ribadisci, noi italiani non siamo capaci di vedere oltre i mattoni di ciò che abbiamo. E per questo non siamo capaci a valorizzarlo. Ma dovremmo cominciare ad alzare il naso, a rimboccarci le maniche, ma sopratutto ad Amarla, questa Italia.
      Che ci hanno lasciato meravigliosa.
      E che merita di essere trattata meglio.
      Cominciando a parlarne in modo entusiasta come tu fai di Berlino.
      Che non è un milionesimo di Roma.
      O di Venezia.
      O di Torino.
      O di Firenze.
      O di Palermo.
      O di Napoli.
      O di Lecce.
      O di Bologna.
      O di Giano dell’Umbria.
      Pace e bene…

  8. gabrycla

    Ben detto Ernesto! E’ tutto vero quello che dici. Ma c’è un celebre detto secondo cui l’erba del vicino è sempre più verde e questo atteggiamento ultimamente prende sempre più piede assieme all’esterofilia. Il disamore per l’Italia è dovuto solo alle odierne vicende politiche non proprio esaltanti. Ma abbiamo tanti motivi per essere orgogliosi della nostra terra: il clima, la cucina mediterranea che è la migliore al mondo, la varietà di paesaggio, il nostro prezioso e immenso patrimonio artistico, le nostre tradizioni. Non a caso la nostra Italia si fregia del titolo Bel paese, .L’Italia è tutta bella, da nord a sud. Non c’è nessun altro paese al mondo più bello dell’Italia. Noi italiani amiamo la nostra terra, sono i politici che non la amano.

  9. E brava Silvia,
    visto che adesso mio cognato vivrà là per 3 anni hai fatto benone a farmi la guida. Berlino come un po’ tutta la Germania a me manca, non sono mai stata. Un po’ xkè io sono innamorata del sud del mondo. Penso che adesso ti chiedero’ di scrivermi una guida visto che penso proprio di andare a trovare Lorenzo.
    Grazie ciao Silvia

    1. allora vengo con te! gli articoli berlinesi su Trippando sono di Gabriella…io ne muoio dalla voglia ma il DottIng non mi ci vuole portare!

Leave a Comment

dieci + 14 =

Fai l\'operazione indicata *