In Provenza sulle orme di Petrarca: il gioco delle acque di Fontaine de Vaucluse

Chiare, fresche et dolci acque… Fontaine de Vaucluse è una meta obbligata per chi, alla scoperta dei gioielli naturali e architettonici della magnifica Provenza, ha voglia di fare un tuffo nella storia della letteratura italiana ed immergersi (no, non uso a caso questo termine) nel verde e nell’azzurro di un paesaggio bucolico.

avaucluse4

Se anche voi – come me – fate parte della schiera di liceali innamorati che, chini sui libri, sognavano di amori impossibili leggendo le parole che Francesco Petrarca dedicava alla sua amata Laura, non potete non inserire la visita ai luoghi che hanno ispirato il poeta a scrivere quella che è una delle più belle liriche romantiche di tutti i tempi!

avaucluse3

Non distante dalle ocre rosse di Roussillon e dalle tentazioni commerciali di L’Isle sur la Sorgue, una piacevolissima cittadina dove si trovano decine e decine botteghe di brocantage (se avete la passione per l’antiquariato o anche solo per il vintage, qui troverete di che far male al portafoglio…), si arriva a Fontaine de Vaucluse  costeggiando il fiume Sorgue seguendo la strada provinciale D25, per poi proseguire, raggiunto il paese, sulla D24 (le strade, all’altezza del paese, sono a senso unico) fino a raggiungere il parcheggio all’aperto accanto al fiume (costo: 4 euro ad auto per tutta la giornata e sarà l’unica unica spesa che dovrete sostenere).

Il centro di Fontaine de Vaucluse si raggiunge dal parcheggio in poco più di 10 minuti di passeggiata: la prima sensazione a colpirvi sarà il clima fresco anche nelle giornate più torride, grazie al fiume Sorgue che scorre impetuoso proprio nel centro della cittadina. L’occhio sarà invece attratto dalla grande ruota idraulica che gira proprio accanto alla strada.

avaucluse5

Noto soprattutto per la sorgente del fiume Sorgue, il piccolo borgo medievale abitato da  poco più di 600 anime offre al turista anche una bella chiesa in stile romanico provenzale sorta sulle rovine di un tempio pagano e dedicata alla Madonna ed a Saint Veran nonché, arroccati sul ciglio della montagna,  i resti del Castello dei Vescovi di Cavaillon.

avaucluse6

Cercando di dimenticare le decine di ristoranti e negozietti che vendono souvenir made in China, incamminatevi lungo lo Chemin de la Fontaine in una bella passeggiata sotto gli alberi. Il sentiero, adatto ad essere percorso anche con i passeggini, costeggia il corso del fiume Sorgue fino a giungere alla sorgente da cui hanno origine, appunto, le chiare fresche e dolci acque! In realtà non di sorgente si tratta, ma di risorgiva, con una enorme portata di acqua: nei periodi di piena arriva ad ad oltre 200 metri cubi al secondo!

avaucluse2

L’accesso alla sorgente, alla base dell’alta parete rocciosa che chiude la valle (da cui ha origine il nome “Vaucluse”), è chiuso da una staccionata in legno che la gran parte dei turisti non ha timore di scavalcare per arrivare a toccare con mano (e qualcuno perfino a tuffarsi!) la pozza d’acqua smeraldina.

avaucluse9

In estate la potenza dell’acqua è meno evidente ma se avete la possibilità di visitare Fontaine de Vaucluse in primavera o meglio ancora in autunno, potrete assistere ad un vero spettacolo della natura: un fiume in piena dalle acque bianche e spumeggianti che esce dalle viscere della montagna!

avaucluse7

Tornando indietro ripercorrendo lo stesso sentiero, fermatevi presso il piccolo centro commerciale sotterraneo che si trova poco prima della piazza principale di Fointaine de Vaucluse: all’interno è stata ricostruita una vecchia cartiera medievale ad energia meccanica, con la grande ruota idraulica che ancora oggi fa muovere i magli per la produzione della carta.

Per chi è patito dell’avventura e ama fare esperienze sportive, imperdibile è la pagaiata sulle verdi acque del fiume Sorgue, partendo da Fontaine de Vaucluse fino ad arrivare a L’Isle sur la Sorgue, in un percorso lungo 8 km seguendo il corso del fiume… (molto, molto comodo…) noleggiando un kayak e tutta l’attrezzatura necessaria da Kayak Vert  (il costo per due persone: 34 euro). E per il ritorno, no problem: ci sarà un autobus pronto a riportarvi alla partenza…

Related posts

9 thoughts on “In Provenza sulle orme di Petrarca: il gioco delle acque di Fontaine de Vaucluse”

  1. […] o nella sua provincia, troviamo Michelangelo, Masaccio ed il grande Francesco Petrarca, che ho ritrovato, con le sue “chiare fresche e dolci acque”, anche in Provenza. Di notevole da visitare […]

Leave a Comment

4 × 1 =

Fai l\'operazione indicata *