Gustando l’Umbria…a casa mia, di Aurora Domeniconi

Ecco il quarto post che è arrivato a trippando per partecipare al contest Gustando l’Umbria. L’autrice è Aurora Domeniconi, blogger di Aury’s Passions.

Terni, 6 dicembre 2011: il treno che mi porta a Roma si ferma nella provincia umbra dopo aver attraversato parte della regione. Purtroppo un’insolita sveglia in orario antelucano, combinata con la risoluzione dell’ennesima emergenza dell’ultim’ora che dall’ufficio mi segue anche nella trasferta lavorativa non mi consentono di volgere lo sguardo fuori dal finestrino per godere un assaggio del paesaggio umbro.

Cascia, primavera 2011: con un gruppo di amici si programma una gita di un giorno a Cascia, paese di Santa Rita. Non ci si sofferma troppo sui dettagli della visita; gli unici elementi imprescindibili dell’uscita domenicale sono la partecipazione alla Santa messa al Santuario di Santa Rita e il pranzo presso il Casale di Ginetto, rigorosamente prenotato in anticipo. Peccato che, dopo averla rimandata più di una volta, questa escursione umbra sia rimasta irrealizzata.

Assisi, primavera 1989: la scuola elementare “Dante Alighieri” organizza per gli alunni di quarta la gita scolastica ad Assisi. Sono passati talmente tanti anni che anche riguardando le foto che mi ritraggono con la basilica di San Francesco alle spalle non riesco a ricordare granché di quella gita. D’altronde, come dice un mio collega, i viaggi fatti prima dei quindici anni non contano al fine di poter considerare un luogo come visitato.

Quindi, senza timore di smentita si può tranquillamente affermare che io in Umbria non ci sono mai stata. O per meglio dire, non ci sono mai stata fisicamente perché con il pensiero e la fantasia, invece, l’ho girata parecchio. Lo scorso giugno sono stata a Spello per l’infiorata, dove ho ammirato le variopinte decorazioni floreali che come profumati “tappeti” accompagnano il visitatore attraverso i vicoli e le piazze della città. Di ritorno da un weekend a Siena, lo scorso settembre sono stata a Orvieto, per verificare se il gotico italiano della facciata del Duomo avrebbe esercitato lo stesso fascino e incanto del suo “gemello” di Siena. Ho visitato il paese natale del religioso e poeta medievale Jacopone da Todi, ho passeggiato per il centro storico di Gubbio apprezzando la molteplicità degli stili architettonici che caratterizzano i suoi monumenti, ho raggiunto il piccolo borgo di Norcia appositamente per acquistare qualcuno dei suoi pregiati tartufi neri.

L’unico svantaggio di tutto questo peregrinare “virtuale” è che non sono riuscita ad assaggiare nemmeno una specialità tipica umbra… e sapete quanto l’aspetto enogastronomico risulti fondamentale nei miei viaggi. Approfittando, però, del contest “Gustando l’Umbria” – che Trippando ha lanciato in collaborazione con le Residenze L’Alberata – e ricorrendo a internet per scoprire quali siano le ricette tipiche di questa regione in pratica a me sconosciuta, ho pensato che realizzare qualche piatto umbro potesse essere un’idea carina per partecipare al contest.

La prima ricetta che mi è capitata tra le mani, riproposta su quasi tutti i siti dedicati alla cucina regionale umbra, è quella degli spaghetti al rancetto. Si tratta di una sorta di spaghetti all’amatriciana, ma il sugo si differenzia dalla classica amatriciana per la presenza della maggiorana fresca.

Un’altra ricetta che mi ha subito incuriosito per la sua somiglianza alla toscana pappa col pomodoro è quella dell’acquacotta dell’Umbria. Un piatto della tradizione contadina, come piace a me, fatto di ingredienti semplici ma gustosi come il pane e il pomodoro.

Ho tentato anche di realizzare un dolce a base di pinoli, tipico del periodo natalizio, che si trova nella zona del perugino: le pinoccate. Una bianca e una nera, sono solitamente confezionate a coppie avvolte in carta colorata come grosse caramelle.

In attesa dell’occasione giusta per visitarla come merita, mi sono detta che potevo iniziare a gustare l’Umbria così… comodamente da casa mia.

Related posts

31 thoughts on “Gustando l’Umbria…a casa mia, di Aurora Domeniconi”

  1. Marcello Tosi

    Eccellente cucina e descrizione dei luoghi. Invoglla ad andare in Umbria

  2. Irene

    In bocca al lupo! I piatti hanno un aspetto divino e, conoscendoti, saranno stati gustosissimi!!!

  3. e mentre tu visiti l’Umbria virtualmente, noi possiamo gustare realmente quelle delizie??? Gli spaghetti al rancetto mi incuriosiscono, non ne avevo sentito mai parlare…e dire che l’Umbria l’ho girata…E brava Aury!

  4. mmm, gli spaghetti al rancetto :P”’

  5. Angy

    Wooowww buon appetito a tutti!!!

  6. mmmmmmmmmmmh! Che fame Aury!! Bravissima!!

  7. Molto invitanti i piatti!! Brava!!!

  8. annalisa

    brava l’aury!!! 🙂

  9. In Romagna si dice “mo mama mia”… penso non ci sia bisogno di traduzioni 🙂 Grazie a tutti, ragazzi! Mi fa piacere che abbiate apprezzato.
    Approfitto di Trippando per lasciare un commento di risposta collettivo (tanto per il commento non c’è il limite di parole ;-D).
    @Marcello: anch’io ho voglia di partire per l’Umbria, ma tocca aspettare la primavera.
    @Irene: crepi!!! Hai ragione: i piatti erano buoni e belli!
    @Turista: anche per me gli spaghetti sono stati una felice scoperta, magari potrei pubblicarne la ricetta così intanto li provi in attesa di rivederci (e magari te li preparo di persona!)
    @Ms Blue: deduco che tu gli spaghetti al rancetto li conosca? Oppure ti ha invogliato la foto?
    @Salvatore, @Sandro, @Angie, @Francesca, @Roberto, @Dessi, @Annalisa: ma vi ho fatto venire l’acquolina?!?!?
    Grazie a tutti dei complimenti, sono sempre ben accetti 🙂 Devo dire che sono particolarmente soddisfatta delle foto, che rendono piena giustizia ai piatti. Quel che è certo è che li ripreparerò sicuramente 😉
    Buona serata a tutti!

  10. monica

    buona anche la pappa col pomodor ^_^

  11. mmmh quell’acquacotta mi sta proprio tentando! brava!

  12. Michele

    Mu che bei cicinin!

  13. Brava!! e te lo dico io che ho avuto il piacere di condividere l’inizio del tuo viaggio virtuale seduta comodamente al tavolo di casa tua…

  14. @Monica, @Fatacris: visto che avete assaggiato l’originale, mi fa piacere che testimoniate di aver gradito. La prossima volta, però, porzioni doppie… e magari un viaggetto reale 😉
    @Daniwip: sono contenta se ti tenta! Sapessi poi che profumino resta in cucina…
    @Michele: traducendo dal gergo, grazie per l’apprezzamento (NB: è lui il collega citato nel racconto!)
    @Dessi: a riguardare le foto anche a me viene fame, uffi!
    Grazie di nuovo a tutti e tanti auguri di Buone Feste!
    Aury

  15. Lucia

    Da far venire l’acquolina in bocca!

  16. Dovrò provarci anche io a cucinare queste prelibatezze!! 🙂

  17. Siiiiii sai che io ci sono sempre per i viaggi che includono il “mangia e cammina”

  18. Siii sai che io ci sono sempre per i viaggi che includono anche il piacere del palato…insomma “mangia e cammina” è un connubio che funziona sempre!!!

  19. ormai sempre piu’ frequentemente il mio pc si impalla…sono partiti due commenti simili….vabbè riforzano il mio pensiero 😉
    Aury…comincia a pensare a nuove ricette, tra un paio di settimane vengo a bussare alla tua porta … 😉 bacini

  20. […] Aurora Domeniconi (23 commenti), che ha scritto Gustando l’Umbria…a casa mia […]

  21. A contest concluso volevo concludere anche l’interazione con chi è passato di qua a commentare il mio racconto. Grazie a tutti di cuore, ragazzi, perchè è grazie a voi che sono arrivata in finale ^_^ Ora, tenete le dita incrociate per me!

    @Lucia: acquolina dici? Missione compiuta!
    @sognincucinacristina: prova, prova! anzi, potremmo provare insieme a riprodurre queste e a cercarne di nuove. Poi tu sei brava con i dolci e potresti aiutarmi a “sistemare” le pinoccate…
    @fataCris: certo, dopo l’esperienza della “Camina e Magna” in Trentino ormai siamo collaudate 😉 Io sono qui che ti aspetto!!!

    1. cammina e magna?? questa me la devi raccontare Aury…

      1. Eccoti accontentata!
        Luglio 2010, Peio (Trentino), insieme a Monica e Fatacris: http://auroradomeniconi.wordpress.com/2010/08/02/camina-e-magna/
        E’ cominciato tutto lì…….. 😉

  22. Un viaggio …… dove lungo il percorso alla fine di ogni tappa ti aspetta la degustazione di prodotti e piatti tipici!! è fantastico, Aury dobbiamo farlo davvero! ma io da buona romagnola includo anche l’abbinamento di un buon vinello…..sai com’è 😉

  23. […] mini-corso di cucina e omaggio gastronomico all’arrivo): Aurora Domeniconi con il racconto Gustando l’Umbria…a casa mia. Questa lettera è per te, […]

  24. […] i primi 5 più votati. Molti di voi hanno trovato il mio racconto interessante e hanno lasciato un commento, corrispondente a un voto, sul blog Trippando. Il contest si è chiuso il 3 gennaio con la […]

  25. […] di Aury’s Passions, autrice del libro Un Viaggio da fare con gli Occhi  e vincitrice del Contest “Gustando l’Umbria”. Buona […]

Leave a Comment

due × due =

Fai l\'operazione indicata *