10 cose da fare a Pisa e cosa vedere in un giorno o un weekend

Come proposto quando ho lanciato il progetto insiders, eccomi qui a mettere in pratica le Pillole di TravelBlogging e a raccontarvi, come promesso, la mia città, Pisa. Ad essere onesta, le mie 10 cose da fare a Pisa le ho anticipate venerdì pomeriggio a Francesca Bianchi, giornalista de La Nazione, con cui ho fatto una bella chiacchierata/passeggiata ripercorrendo le tappe del nostro primo trip-raduno: #trippandoapisa. Una passeggiata critica, con lo scopo di portare alla ribalta quello che il turista nota arrivando in città: segnaletica assente, rifiuti un po’ troppo presenti, sicurezza che lascia a desiderare, soprattutto nelle ore serali.

IMG_20150131_110035

Ma veniamo a noi, veniamo al lato bello di Pisa: i suoi monumenti, le sue tradizioni. Le 10 cose che un viaggiatore che mette piede nella mia città non può assolutamente perdersi. Ecco le mie. Se ne avete altre, fate le vostre rimostranze e protestate nei commenti!

piazza del duomo pisa

1. Piazza del Duomo

Non ha bisogno di presentazione, molti arrivano a Pisa solo per lei, anzi, per un quarto di lei: la torre pendente. La Piazza del Duomo, che i non pisani chiamano “Piazza dei Miracoli”, è composta da quattro monumenti: Battistero, Duomo, Torre e Camposanto monumentale. Ne ho già scritto qui e qui. E non ha bisogno di altre parole. Perché, nonostante la frequenti da una vita, ogni volta che la vedo riesco a cogliere un particolare o un’angolatura diversa.

20150101_151731

La fama che ha non è causale, però non è l’unica cosa bella di Pisa e… andiamo oltre!

piazza dei cavalieri

2. Piazza dei Cavalieri

Poco distante da Piazza del Duomo, Piazza dei Cavalieri vi lascerà a bocca aperta. Vi ha sede la famosa Scuola Normale Superiore, fondata da Napoleone Bonaparte come succursale dell’École Normale Supérieure di Parigi. Credo che Piazza dei Cavalieri vada oltre il limite dell’imaginazione: è stupenda, affascinante, oltre che ricca di storia, storie e leggende. Se siete fortunati, troverete aperta la Chiesa di Santo Stefano dei Cavalieri, un vero gioiello per i cimeli che conserva al suo interno. Passateci anche di sera… mi rammenterete!

3. Piazza delle Vettovaglie

Proseguendo da Piazza dei Cavalieri in direzione sud, si incontra questa piazza. Accogliente, circondata da portici, ospita, al mattino, il mercato della frutta. Ormai i venditori sono quasi tutti stranieri, ma rimangono i colori, gli odori e l’autenticità del posto: una Pisa vera a poche decine di metri dalla tanto famosae patinata torre. Quando cala la sera è uno dei posti meno sicuri e tranquilli di Pisa. tuttavia, con un occhio attento e la borsa stretta, ha dei discreti bar dove fare un buon aperitivo.

4. Borgo

Insieme a Corso Italia (che si diparte dalla stazione) è l’asse commerciale della città. Si distingue in “Borgo Largo”, senza portici, e “Borgo Stretto”, coi portici, la parte più vicina all’Arno. A differenza del più caotico Corso Italia, Borgo è più tranquillo e rilassante. A pochi metri da Piazza Garibaldi, sul Lungarno, si nasconde la Chiesa di San Michele. La facciata romanica, nascosta tra palazzi e negozi, è bellissima e l’interno non è da meno.

lungarni

5. Lungarni

Il Lungarno o i Lungarni? Bel dilemma! Lungarno perché il fiume è uno. Lungarni perché, a seconda della zona, hanno denominazioni diverse. La zona principale dei Lungarni va dal ponte della Vittoria a quello della Cittadella. Nel mezzo c’è il centro: l’attraversamento di Ponte di Mezzo, che unisce Corso Italia a Borgo Stretto. Un consiglio per apprezzare i Lungarni? Tornateci a varie ore della giornata.

IMG_20150110_171535

Passeggiate lungo il fiume, cambiate sponda. E fatemi sapere se anche a voi la zona verso il Ponte della Vittoria dà l’idea di Parigi!

6. Piazza della Pera

Si trova “di là d’Arno”, nella zona di mezzogiorno, a sud del fiume. L’ho scoperta da poco. Quando ero ragazzina era un posto poco raccomandabile, mentre adesso… wow! Prende il nome da un cippo etrusco che vi si trova, che i pisani hanno ribattezzato, simpaticamente, “Pera”. Vi piacerà!

7. Chiese medievali

San Frediano, Santa Caterina, San Francesco, San Martino e le già nominate Santo Stefano e San Michele. E ancora e ancora. Ciascuna ha una peculiarità. Molte hanno cimeli legati all’epoca in cui Pisa era una fiorente Repubblica Marinara. Prendetevi tempo, entrate in quelle aperte. Ammiratele, cercate di scambiare due chiacchiere con qualcuno che troverete all’interno e che vi potrà raccontare aneddoti e curiosità. La più… più? La piccolissima Chiesa della Spina, attaccata alla sponda dell’Arno. Si dice vi sia conservata una spina della corona di Cristo. Se la trovate chiusa, può essere un buon motivo per ritornare a Pisa: io sono riuscita ad entrarci per la prima volta un paio d’anno fa!

8. Parco di San Rossore e Ippodromo

Quali città conoscete che ospitano un parco regionale al loro interno? Pisa! Il Parco di San Rossore, appena fuori dal centro cittadino, è la classica meta di scampagnate primaverili. Nel rispetto della fauna e della flora protette, godetevi quest’angolo di pace e pochi metri dalla Torre.

9. Salza

E se avete bisogno di sedervie  rifocillarvi un po’? Sedetevi ad uno dei tavolini di Salza, in Borgo Largo, ed ordinate qualcosa da bere. Non è l’unico, ma è senza dubbio il primo. Nonostante i cambi di gestione, la qualità dei prodotti di caffetteria e pasticceria è sempre altissima. Osservate il passeggiare di signore benestanti e universitari squattrinati. Osservate Pisa!

10. Montino

Se vi viene fame, passate dal Montino (tra piazza dei Cavalieri e Piazza delle Vettovaglie): è LA pizzeria di Pisa. Rigorosamente al taglio, come anni ed anni fa. Da poco è rimodernato nei locali e offre anche altri piatti. Ma voi assaggiate la pizza (col parmigiano!) o la schiacciata con la cecina… e lascerete Pisa felici, con già una grande voglai di ritornarci!

Questa è la mia città in 10 punti. E la vostra? Siamo curiosi di leggere le top ten italiane (ma anche quelle straniere sono le benvenute). Ricordatevi di usare l’hashtag #insiders su Twitter per segnalarci i vostri articoli e di inserire il link tra i commenti di questo post!

manuale-compra-ora1

Related posts

50 thoughts on “10 cose da fare a Pisa e cosa vedere in un giorno o un weekend”

  1. Io voglio tornare a Pisa per beccare aperta la Chiesa della Spina! Il Parco di San Rossore è raggiungibile a piedi dal centro?

    1. trippando

      Se scendi alla stazioen di Pisa San Rossore ce la fai anche a piedi!

  2. Ho sempre e solo visto piazza dei miracoli.. Grazie per le dritte…

  3. […] oppure di una micro località. Io, pur abitando a sette chilometri, ho per esempio deciso di parlare di Pisa, perché, secondo me, merita di essere maggiormente conosciuta ed apprezzata al di là della […]

  4. […] del blog di viaggi Trippando. Top Ten di alte città elaborata da #insiders come me: Torino, Pisa, Caserta, Garda Trentino, Milano, […]

Leave a Comment

dodici − tre =

Fai l\'operazione indicata *