Piemonte: il castello della Manta, tra dame e cavalieri

Il 24 febbraio è la Giornata Mondiale della Guida Turistica, organizzata e promossa dalla WFTGA  (World Federation of Tourist Guide Association). Stavo guardando il programma per approfittare di una delle escursioni o delle visite guidate gratuite offerte dall’associazione e l’occhio mi è caduto sul Castello della Manta, a pochi chilometri da casa.

castello-della-manta

Conosco il castello sin da bambina; la prima volta l’ho visitato in gita scolastica, sapete quelle che si fanno alle elementari e che sono un vero evento. Prendere l’autobus per fare 20km era un’occasione speciale! La mamma che si alzava prima al mattino per preparare  i panini del pranzo al sacco, il Billy all’arancia da bere, i biscotti da dividere con i compagni di classe: quella era una vera festa!

Sono tornata al castello anche da “grande”. L’ultima volta con una coppia di amici modenesi con i quali abbiamo trascorso una domenica la scorsa primavera. E siamo stati fortunati in quanto in quella occasione il castello era animato da dame e cavalieri, giullari e servitori tutti rigorosamente in costume e ben calati nella loro parte.

Il Castello della Manta, un sito gestito dal FAI, è un maniero medioevale che sorge nel cuneese, non lontano dalla cittadina di Saluzzo.  Fu abitazione di una famiglia signorile, i Saluzzo della Manta, ed è tutt’oggi molto rinomato per il ciclo di affreschi [raffiguranti la Fonte dell’eterna giovinezza e gli Eroi della letteratura] che sono ben conservati, i saloni arredati con mobili originali ed il parco che racchiude alberi secolari.

affreschi-castello-della-manta

La visita può durare circa un paio d’ore ed è interessante visitare anche la chiesa parrocchiale adiacente al Castello che è anch’essa affrescata con temi simili a quelli che si trovano nel palazzo.

Qualche informazione sugli orari:

Da MARZO a SETTEMBRE orario continuato dal Martedì alla Domenica 10 – 18, ultimo ingresso 45 minuti prima della chiusura.

OTTOBRE, NOVEMBRE e seconda metà di FEBBRAIO orario continuato dal Martedì alla Domenica, orario 10 – 17, ultimo ingresso 45 minuti prima della chiusura.

Related posts

4 thoughts on “Piemonte: il castello della Manta, tra dame e cavalieri”

  1. natascia baron

    che bel castello! e grazie per aver segnalato il WFTGA, anch’io mi guarderò il programma e, se riesco, colgo l’occasione per qualche visita!

    1. polly674

      è una bella iniziativa e ho visto che ci sono visite interessanti in tutta Italia

  2. Grazie Polly…
    mi hai fatto tornare. per qualche istante, nel mio Piemonte.
    Luoghi a me cari conosciuti per lo studio, per l’impegno come guida volontaria (anche per il FAI, per tanti anni…) e poi come fotografo per Soprintendenze ed agenzie di promozione.
    …E se avete del tempo, prima del Castello della Manta, vi consiglio di sfogliare il sito
    http://www.ghironda.com/saluzzo/mista/mista.htm
    I percorsi Mistà sono affascinanti, ed il Saluzzese vi entrerà nel cuore…
    Pace e bene…

    1. polly674

      Grazie a te Ernesto.Non conoscevo quel sito e lo trovo molto interessante. E’ sempre bello leggere delle zone in cui si abita.

Leave a Comment

13 + 2 =

Fai l\'operazione indicata *