#trippandoasarteano da casa!

Nonostante abbia cercato ogni possibile coincidenza, connessione, passaggio e finanche di inventare il teletrasporto con qualche rudimentale arnese casalingo, io a Sarteano non ci sono andata.

Purtroppo la distanza tra casa e Sarteano è quella che è, e per trascorrere qualche ora con i Trippandos avrei dovuto viaggiare circa 8 ore all’andata e 6 al ritorno.
Lo so, mi cospargo il capo di cenere, sono stata “pigra”, ma avessi avuto un poco più di flessibilità e non avessi dovuto presentarmi in ufficio fresca, riposata e soprattutto lucida per una riunione lunedì mattina alle 8, l’avrei anche fatto.

Invece ho trascorso il week end a casa, ma una parte di me, non lo nascondo, era a Sarteano con tutti gli altri.

Sabato mattina, per prima cosa appena sveglia ho controllato i social: Monica era già in viaggio e dopo poco anche Ilenia e Aurora l’avrebbero raggiunta sul treno.
Gabriella è stata una delle prime a partire…e tra le prime a giungere a destinazione; ho ben presente la prima foto che ha postato: una torre in pietra con una vite rossa che arrampicava sul muro.

Credits Gabriella P.
Credits Gabriella P.

Già mi immaginavo tutti in piazza, al loro arrivo, al banchino della Daniela [accanto a quello dell’AIDO che vendeva le piantine] a fare caciara e a ridere e abbracciarsi! Mi immaginavo il coro di “ma ciao!” e poi “ahh ma tu sei..” e via così…

Ho visto poi l’accoglienza che c’è stata per tutti… informazioni sulla cittadina, ottimamente preparate, un regalo dell’Acqua dell’Elba da fare invidia e via a pranzo!

Credits Monica L.
Credits Monica L.

Ecco che mi è scesa la seconda lacrimuccia [la prima l’avevo lasciata andare al momento della caciara al banchetto], perchè mentre io mangiavo la mia insalatina con una ricotta leggera, sulle tavole di Sarteano si scatenava l’inferno! Pici, aglione, ravoli, arrosti, dolci, vino a fiumi….e chi più ne ha più ne metta!

Credits Eugenia C.
Credits Eugenia C.

Il pomeriggio è trascorso seguendo le loro visite: alla Contrada San Lorenzo, al vicolo Baciadonne che mi è piaciuto un sacco e tutti [o quasi] hanno immortalato con instagram, fino al castello e poi la Cerimonia di Riconciliazione.

Credits Sara M.

Dopo la serata con la cena al Chiostro Cennini i nostri prodi si sono ritirati ognuno nella dimora assegnata. E non vi dico che invidia a vedere certi baldacchini!!

Credits Claudia B.
Credits Claudia B.

Anche la domenica l’ho trascorsa a suon di visite:  al Museo archeologico prima, alla tomba della quadriga infernale poi, dove i due giovani del gruppo [Marco e Aurora] si disputavano una borsina rossa.
Ma dopo la cultura ci vuole la cucina…e allora via di degustazioni a più non posso!

Credits Claudia B.
Credits Claudia B.

Insomma, non ero presente “in corpo” ma lo sono sicuramente stata “in spirito” [senza avere pretese ehhh].
L’unica che ne ha giovato è stata la mia dieta, anche se solo a guardare le fotografie, un paio di etti temo di averli presi!!

Related posts

30 thoughts on “#trippandoasarteano da casa!”

  1. Gabriella

    Paola, non si può dire che sono una ritardataria 😉 Ci sei mancata, recupereremo alla prossima!

Leave a Comment

14 + diciassette =

Fai l\'operazione indicata *