Iran: un viaggio tra le sue bellezze storico-artistiche

Eccoci qua, cari amici, al secondo appuntamento sul mio meraviglioso viaggio in Iran. Dopo avervi parlato dell’ospitalità del popolo persiano, non posso non soffermarmi sulle sue bellezze storico-artistiche dell’Iran.

È un Paese antichissimo, dove sono presenti ancora oggi molte testimonianze del passato. L’emozione che ho provato quando siamo arrivati a Persepoli è stata unica. Bellissima capitale già nel periodo Achemenide, luogo di rappresentanza, doveva glorificare i monarchi e intimorire con la sua sfarzosa grandiosità  i popoli assoggettati  all’Impero  Persiano.

Persepoli: Porta delle Nazioni
Persepoli: Porta delle Nazioni

Il bellissimo Palazzo Primavera che fu fatto costruire da Dario I (518 A.C.) con l’aiuto delle migliori maestranze fatte arrivare da ogni dove, rappresentava il meglio della architettura e della scultura delle regioni mesopotamiche. Ancora oggi vi posso dire che in quei luoghi aleggia nell’aria tutto quello che un tempo rappresentava questo importante luogo e dove anche Alessandro Magno ne venne, dalla sua bellezza  folgorato.

 

bassorilievi del Palazzo di Primavera (DARIO I)
bassorilievi del Palazzo di Primavera (DARIO I)

 

Non lontano da Persepoli sorge Pasargade:  la prima capitale del Regno Achemenide, concepita e voluta da Ciro il Grande, non a caso chiamato così, Sovrano illuminato e moderno che regnò  ben 2500 anni fa. A differenza di Persepoli, questo sito non è così ben conservato ma credetemi, la vista dell’austera  e allo stesso tempo semplice tomba di Ciro il Grande vale la visita di questo luogo!

Pasargade: Tomba di Ciro il Grande
Pasargade: Tomba di Ciro il Grande

Altro posto assolutamente da vedere è l’affascinante Isfahan (la città del deserto), bella ed accogliente a 1760 metri di altezza. È conosciuta per il suo stupendo “Bazar e Bozorg” e per le sue botteghe artigiane, che si affacciano sul Piazza Naghsh e Jahan, cuore pulsante di tutta la città ed entrata a far parte dell’UNESCO come sito patrimonio dell’umanità. Botteghe e bazar sono un universo in cui perdersi, prima di cedere alle tentazioni ed acquistare i preziosi turchesi, le miniature disegnate su ossa di cammello, la pasticceria, i manufatti lavorati in rame,  le stoffe ed i famosi tappeti .

 

Isfahan: la piazza centrale "Naghsh-e Jahan"
Isfahan: la piazza centrale “Naghsh-e Jahan”
Isfahan: Moschea "Masjed-e Emam
Isfahan: Moschea “Masjed-e Emam
Isfahan: Bazar -e Bozorg
Isfahan: Bazar -e Bozorg
Isfahan:. Laboratorio artigianale stampa tessuti
Isfahan:. Laboratorio artigianale di stampa tessuti

Related posts

13 thoughts on “Iran: un viaggio tra le sue bellezze storico-artistiche”

  1. […] due scatti sono tratti dal mio bellissimo viaggio in terra persiana. Rappresentano la Moschea di Isfahan, dalle molteplici gradazioni del turchese e la Tomba di Ciro […]

Leave a Comment

5 + 17 =

Fai l\'operazione indicata *